Romanzi

Nelle migliori librerie

“Stiamo perdendo le nostre radici”, aveva continuato Massimo con la forchetta in mano. “E non venirmi a dire che è sempre successo, che gli italiani sono emigrati a milioni nell’Ottocento, o dopo la Guerra. Questa volta è diverso. Noi non emigriamo, siamo solo in continuo movimento. Ci spostiamo due anni in una città, tre anni in un’altra, sei mesi in un’altra ancora. Non facciamo nemmeno in tempo ad acclimatarci. Perdiamo le nostre radici, ma senza più riuscire a metterne di nuove”.

Sei amici trentenni, nel pieno delle loro carriere, decidono di prendersi una lunga pausa da tutto. Passeranno alcuni mesi isolati in un borgo di ruderi circondato dai faggi, con manovali immigrati, anziani del posto, Serena, Petra, e un elefante. Ciascuno con il proprio segreto, e tutti con una promessa comune da mantenere.

I solitari è un ritorno a casa epico. È un romanzo su ciò che ci aspetta quando lasciamo andare tutto ciò che di importante abbiamo creduto di possedere fino a quel momento.

“L’unica cosa che ci interessa sapere veramente è che il pesce rosso deve avere compagnia: sbiadisce infatti a mano a mano che si prolunga il tempo del suo isolamento. Diventa selvatico se sta da solo. E questa è la prova che la coppia è la migliore garanzia per assicurare l’addomesticamento.”

Avvistamento di pesci rossi in Danimarca racconta i giorni trascorsi insieme a Copenaghen da due amici, Stefano e Samuele. Racconta cosa succede quando si sta lontano per mesi e poi all’improvviso ci si ritrova. Quando ci si adagia, e quando invece non ci si accontenta. Racconta la scoperta dell’esotico dall’altra parte dell’Europa. E come tutto possa precipitare, chimicamente, nello spazio di un lungo fine settimana.

Dopo anni negli Stati Uniti, il calabrese Salvatore Liquore decide di tornare in Europa approfittando di una bella opportunità di lavoro a Bruxelles. Una mattina di settembre decolla da New York, e quando atterra su quest’altra sponda dell’Atlantico viene a sapere degli attentati alle Torri Gemelle. Da allora, ogni mattina si sveglia e come prima cosa accende il televisore per vedere se Bin Laden è stato catturato. Nel corso degli anni a Bruxelles si ritroverà vittima del raggiro di un maratoneta africano che gli chiede aiuto per partecipare alle Olimpiadi di Atene, e di una congiura di bibliotecari di tutto il mondo che nel corso dei secoli hanno tenuto nascosto un enorme segreto.